Problemi alla Caldaia

[vc_row][vc_column][vc_column_text]La manutenzione della caldaia è la sola soluzione per prevenire guasti e malfunzionamenti, per questa ragione è resa obbligatoria dalla Norma e caldamente consigliata dalle Case produttrici di caldaie. Vi diamo indicazioni mirate su i guasti più diffusi che possono essere evitati grazie alla manutenzione periodica.

Manutenzione e problemi caldaia : la norma

Prima di entrare nel merito dei suggerimenti tecnici su guasti e problemi spendiamo alcune parole sul Dpr 74\2013 che regola la gestione della manutenzione periodica delle caldaie a Gas.Il testo obbliga i possessori di caldaie a sottoporle a manutenzione ogni due anni, salvo indicazioni diverse fornite dalle Case produttrici di Caldaie. Alcune di esse, in effetti, consigliano un manutenzione annuale per mantenere il perfetto stato dell’impianto.

Senza Manutenzione sorgono i problemi

Sappiate che una calda non sottoposta a manutenzione prima o poi presenterà blocchi di funzionamento o, comunque, un calo delle prestazioni. E’ solo questione di tempo. Potrete avere acqua meno calda o una minor quantità di acqua calda, oppure subire blocchi sporadici del funzionamento. I nostri esperti indicano come la scarsa manutenzione sia causa delle seguenti problematiche.

Problema caldaia non si genera la fiamma

Si tratta di una condizione tipica e spesso denunciata dai clienti, in assoluto, meno diligenti che dimenticano o che non hanno la preoccupazione di far verificare la caldaia con un certa periodicità. La fiamma non si avvia o si spegne subito perché:
  • manca una manutenzione sul bruciatore che è ostruito dai sedimenti e il gas non riesce a distribuirsi correttamente sugli ugelli del bruciatore.
  • manca una manutenzione sulla valvola gas dove i sedimenti lasciati dal gas riducono la pressione del carburante con ripercussioni sulla combustione.

Problema Caldaia Blocco motorino fumi

Una caldaia che brucia gas produce polveri di scarto che riempiono tutte le componenti che riguardano il processo di combustione. I fumi di scarico sono convogliati verso l’esterno lungo la canna fumaria: a spingerli è la ventola fumi (motorino fumi). Insieme ai gas la ventola fumi, però, cattura inevitabilmente anche la polvere che a lungo andare la intasa. Senza manutenzione la ventola viene prima rallentata, poi bloccata al punto che l’elettronica agisce sull’impianto con un blocco di sicurezza immediato.

Problema Caldaia acqua calda ad intermittenza

Questa inefficienza è strettamente connessa con la mancata manutenzione di componenti già su coinvolte in altre indicazioni tecniche.
  • Se il bruciatore è sporco la fiamma è debole o irregolare e l’acqua viene riscaldata male.
  • Se la valvola gas è sporca il bruciatore non viene alimentato bene e la fiamma debole non ha la forza di riscaldare correttamente l’acqua.
  • La fiamma irregolare, causata anche dalle condizioni su descritte, non fornisce il giusto calore a gestire il completo riscaldamento dell’acqua che circola all’interno dello scambiatore

Problema Caldaia acqua calda solo tiepida

Anche un’acqua scarsamente calda è una conseguenza diretta della scarsa manutenzione generale della caldaia e delle sue componenti.
  • Il calcare, con il tempo, intasa lo scambiatore e altre componenti del gruppo acqua per cui cala il potere calorifico del bruciatore: scambiatore intasato implica minor acqua in circolo, quindi minor disponibilità di acqua calda.
  • Numerose sono le sonde, lungo il circuito idraulico, che regolano il calore dell’acqua: ossidazioni, guasti, mancate connessioni falsano i valori e incidono limitando combustione e riscaldamento dell’acqua.
  • Valvola gas sporca: anche in questo caso può essere causa di un’acqua calda erogata a temperatura insufficiente.

Problema acqua calda verso riscaldamenti

La componente che gestisce il flusso di acqua calda prodotta verso il circuito sanitario (rubinetti) o verso i riscaldamenti è una valvola a tre vie (una in entrata e due in uscita). L’usura e il tempo la assoggettano a ostruzioni di calcare o a rottura della membrana interna. Una manutenzione periodica può permettere di evidenziare in tempo condizioni anomale della componente eliminando rischi di rotture improvvise

Problema pressione acqua calda bassa

Nel 90% dei casi, una volta esclusa che sia bassa la pressione dell’acqua in entrata nella caldaia, causa del problema scarsa pressione acqua calda è la presenza di calcare nello scambiatore e nei circuiti idraulici. La caldaia dispone di un dosatore polifosfati? Potrebbe aver bisogno di una ricarica dei sali ma, in fase di manutenzione, la presenza di calcare in eccesso viene sempre evidenziata. Se la situazione non fosse grave si potrebbe sempre intervenire per una rimozione semplice e immediata.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]
Per assistenza e sopralluoghi